Questa pagina non ha ricevuto commenti. Commenta per primo!

L’Angri prosegue il cammino verso i play off: 3-1 contro il Poseidon

I grigiorossi continuano a sciorinare gioco e risultati positivi. Doppietta di Pippo Tortora

grigiorossiU.S. ANGRI 1927 - U.S. POSEIDON:  3-1

U.S. ANGRI: De Marinis, Esposito, Marsicano, D’Aniello, Ferrara, Santonicola, Coticella (91’ Sessa), Agnello, Tortora (85’ Quattroventi), Barone E, Palumbo. A disp: Russo, Loreto, D’Antonio V, Cerchia, Manzo. All. Vitter

U.S. POSEIDON: Calamusa, Cavallo, Carobelli, La Mura (52’Discepolo), Bruno, D’Alessio ( 46’ Reina), Gorrasi, Melillo, Vivona, Barone A, Orrico (46’Brulle) A disp: Longobardi, Migliaro. All. Caramante

Arb: Mazzola di Napoli

Reti: 11’e 58’  Tortora, 40’ Barone E, 70’ Barone A.  - Angoli 2 a 1 per Poseidon

Amm: Carobelli, La Mura, Vivona (P) - Rec: Pt. 2’ e St, 3’

Angri. In casa Angri, dopo le rassicurazioni societarie e l’avvenuto accordo tra i dirigenti, si continua a sciorinare gioco e risultati positivi. Dicembre è stato inoltre l’occasione di tornare sul mercato e tra acquisti, svincoli e cessioni è avvenuta una vera rivoluzione. L’Angri si è rafforzata? Sarà il campo a decretare la sentenza, per adesso tutto procede secondo le linee guide tracciate dal tecnico Vitter che anche contro l’ultima di classifica non ha voluto fare sconti anche se qualche calo di attenzione si è visto nel finale di gara contro il Poseidon. 

Più difficile del previsto la vittoria sul Poseidon, che per quanto fatto vedere in campo non merita certamente l’ultimo posto in classifica, e anche se il risultato finale mette l’Angri al sicuro in piena zona di medio-alta classifica. Dopo un inizio di campionato balbettante oggi i grigiorossi sono decisamente convinti di poter agganciare la zona play off. Il Poseidon è stato un ottimo banco di prova per la valutazione degli ultimi acquisti che pur non ancora ben inseriti nello schema Vitter hanno fatto pesare la propria presenza in campo. Ha fatto sentire la propria classe il bomber Pippo Tortora che si è presentato al pubblico con una doppietta e tanto movimento in area. Certamente non doveva essere la gara con il Poseidon per presentare Pippo Tortora che nato nelle giovanili della Reggina è cresciuto accanto a un certo Toni toccando traguardi anche importanti nel professionismo calcistico. Figlio d’arte, Pippo ha percorso una vita nel calcio e con la precisa intenzione di chiudere la sua lunga carriera nel suo paese natale con addosso la casacca grigiorossa. Grande movimento in area Pippo grazie anche all’assistenza dei suoi compagni non ha dato mai un punto di riferimento e quando l’intesa sarà perfetta le difese avversarie soffriranno. Parte di gran carriera la squadra di casa e con il 4-3-3 fa subito intendere che non vuole fare regali. Infatti già al secondo minuto Barone E. ha la possibilità di servire Tortora ma la palla è irraggiungibile. 

All’11’ Tortora scatta sul filo del fuorigioco e mette a segno la sua prima rete sul portiere in uscita. La squadra di casa non attende la reazione dell’avversario ma insiste nell’azione d’attacco con un pressing asfissiante che porta a sfiorare il raddoppio al 20’ con un tiro di testa di Tortora servito al bacio da Barone E. Al 40’ Agnello entra in area avversaria palla al piede ma viene messo giù e per il direttore di gara è rigore; tira dal dischetto Barone che realizza.

Dagli spogliatoi dopo il riposo entra in campo un’altra Poseidon che è sembrata più pimpante anche perché è apparso  che dopo l’ingresso di Reina e Brulle gli amaranto di Paestum abbiano messo in essere un cambio di passo che hanno subito dato più vivacità alla propria squadra. Palla lunga e velici incursioni hanno impensierito la formazione di Vitter troppo presa da voler mettere al sicuro il risultato. Ci riesce al 58’ a conclusione di una bella azione partita dalle retrovie e conclusa con un preciso cross di Barone  per la testa di Tortora che realizza senza difficoltà.

Stavolta la reazione del Poseidon è concreta, tanto che al 70’ con un’azione in velocità in contropiede Barone A. gira in porta un assist di Melillo.  Potrebbe raddoppiare al 75’ ma la palla si ferma sulla traversa così come all’81’ ma era destino che a gioire fosse solo l’Angri che sfiora il poker con un palo colpito da D’Aniello all’81’.

Vincenzo Vaccaro


Parole Chiave: news, us angri 1927, promozione, poseidon, pippo tortora

Pubblicato il 17 Dicembre 2016 da La Redazione


Commenti degli utenti alla pagina:

Non ci sono commenti per questa pagina.

Commenta : (richiesto)

: (richiesta, non sarà pubblicata)

: (richiesto)





Inserire il codice antispam nella casella di testo sottostante

CALCIO

L'Angri si prepara per la trasferta di Capaccio

Russomanno: “Sabato contro il Poseidon sarà difficile ma noi ce la metteremo tutta”

US ANGRI 1927

Giuseppe Iuliano: “I tifosi grigiorossi sono di categoria superiore”

Domani (Venerdì) ultimo allenamento prima della trasferta di Capaccio (Poseidon)

US ANGRI 1927

La sfida di Capaccio: difficile…ma non impossibile

La sfida di Capaccio: difficile…ma non impossibile

Contro il Poseidon oggi i grigiorossi determinati al massimo. I convocati

ECCELLENZA

Angri Super in trasferta: tripletta di Sasà Montaperto

Angri Super in trasferta: tripletta di Sasà Montaperto

Contro il Poseidon i grigiorossi vincono per 3 a 1 e balzano al secondo posto in classifica