angri.info





Home Page - Attualità - Video - Politica - Sport - Cultura & Spettacolo - InformaGiovani - Angresi nel Mondo - Contattaci - La voce degli Angresi (Forum)
Area ex MCM, tutti ad aspettare la riconversione dei suoli
Intanto i tir continuano a circolare tra le proteste dei cittadini.

Pubblicato da: Pippo Della Corte il 15 maggio 2008

Area ex MCM: ancora tutto fermo. L’attesa riconversione dei suoli dell’ex opificio stenta a decollare. Da un decennio i suoli sono di proprietà del gruppo conserviero AR. L’area venne acquistata per tredici miliardi di lire dall’allora Conserviera Sud dalle mani di Giovanni Lettieri, attuale presidente Confindustria di Napoli. Da allora la proprietà attende di poter capitalizzare l’investimento compiuto.

Antonino Russo con il sindaco Gianpaolo Mazzola
Più lustri sono però trascorsi quasi invano. Discusso, approvato e depositato anche il progetto di riqualificazione dell’area. Ciò avvenne durante la passata gestione amministrativa, quando il sindaco era Giuseppe La Mura. Quanto deliberato non ha ancora però trovato concreta attuazione. La riqualificazione dell’ex industria tessile potrebbe rappresentare un business di enorme portata.

In prima linea, in attesa che la situazione si sblocchi ci sarebbero i costruttori edili locali, recentemente riunitisi in una associazione di categoria. Attesa anche da parte di tecnici, professionisti e maestranze. L’affare MCM varrebbe milioni di euro. Una occasione che la città attende anche per ridare fiato all’asfittica economia locale. Dovrà essere la parte pubblica a fornire risposte esaustive tali da consentire un concreto sblocco dell’iter procedurale. Prevista una cospicua quantità di cubature, sebbene ad uso non residenziale, ma anche verde pubblico, parcheggi e centri attrezzati per la ricreazione e l’intrattenimento. Alcuni lavori di esclusiva competenza dell’AR sono stati portati a compimento da un paio di anni, tra cui anche la ristrutturazione della villa che appartenne alla famglia Wenner, fondatrice delle cotoniere.

Il piano triennale delle opere pubbliche approvato dalla compagine guidata dal sindaco Gianpaolo Mazzola prevede che l’area dell’ex cotonificio venga coinvolta in una riqualificazione attraverso il sistema del project financing. Ci sarebbero dubbi però sulla possibilità di sfruttare il “pf” considerato che i suoli non sono pubblici ma privati. Con l’area specifica dovrebbero essere anche coinvolte via Semetelle, via Risi e via Nuova Cotoniere. In buona sostanza una buona parte del centro cittadino.

Intanto, i 64 mila metri quadri continuano ad essere destinati a deposito industriale di prodotti conservieri. Il continuo transito di mezzi pesanti da e per il deposito continuerebbe a creare disagi alla popolazione residente che da tempo ha presentato al Comune una raccolta di firme per chiedere il divieto di circolazione dei tir.



Parole chiave: Angri , Attualità , Giuseppe La Mura , MCM , Antonino Russo , Gianpaolo Mazzola , TIR , Viabilità




COMMENTI DEGLI UTENTI ALLA NOTIZIA

Postato da: alchemy il 15-05-2008
Riqualificazione?
Se si realizzasse un parcheggio e un bellissimo parco pubblico vigilato e controllato... insomma tenuto bene sarebbe un fortissimo segnale di civiltà e senso civico.
Anche se credo rimarrà pura utopia.

Postato da: rongennaro il 15-05-2008
riqualificazione!
.....si, segnale di civiltà e senso civico.......in sostanza un investimento a perdere.Sono necessarie opere che contribuiscano alla ripresa economica del paese e della "macchina" comunale, afflitta come tutte le pubbliche amministrazioni da forte inefficienza.
Ad una ripresa economica seguirà sicuramente una tanto attesa ripresa "culturale".

Postato da: alchemy il 16-05-2008
riqualificazione
Davvero credi nella incondizionata ripresa economica di questa "Città"
Io credo invece alla ripresa delle tasche di qualcuno.
Mi auguro sinceramente che tu abbia ragione.
Insisto per parco pubblico e parcheggio.
Ho paura che tutto quello che verrà fatto andrà solo ad esclusivo vantaggio di "pochi ma non per tutti"

Postato da: sonniboi il 16-05-2008
business is business
L’idea di parcheggi e parco non sarebbe male, ma temo che il proprietario dell’area ed i costruttori locali si facciano una bella risata su questa considerazione. Una cosa è certa, che di centri commerciali ed altre abitazioni, non sapremmo che farcene. La ripresa economica ad Angri non c’è, eppure da qualche anno si è ripreso a costruire. Come mai?
Allora non credo che sia l’edilizia a poter essere la spinta economica del paese. Dall’altra credo come cittadino che la crescita culturale e sociale passi attraverso la volontà di tutti di essere cittadini modello e per fare questo non dobbiamo attendere la riqualificazione dell’MCM, anzi direi, cominciamo a fare la nostra parte nell’attesa che gli altri (Amministrazione) facciano la loro, evitiamo di aspettare tempi migliori per fare il nostro dovere; la crescita culturale passa anche attraverso questo.
Se qualcuno vuole fare un referendum popolare lo faccia su cosa i cittadini si aspettano dalla riqualificazione dell’area, non su cose di interesse marginale. Vediamo come risponde la popolazione?
Così come per fugare tutti i dubbi che moltissimi hanno sulla partecipazione di imprenditori locali alla “riqualificazione” sarebbe interessante vedere, in un libero mercato, se anche imprenditori non di Angri potranno partecipare ai famosi project financing, o se vogliamo utilizzare forme di finanza agevolata fatta solo da e per imprenditori locali. Al quel punto la puzza di bruciato diventerebbe veramente forte.



Postato da: il brigante il 16-05-2008
??????
cosa ti aspetti dai costruttori? sai perchè sono andato via? volevo prender casa e mi hanno chiesto, tutti, guardacaso, 4000 euro a mq.

Postato da: sonniboi il 16-05-2008
?????
Una sorta di cartello di Medellin?
Bhè un motivo in più per far sentire la propria voce.Io le case per quello che offre il paese, gliele farei rimanere sul groppone per un paio di anni, poi vedi come scendono a 1500.







attualità
Incontro sui problemi del Distretto Sanitario
Mercoledì 29 settembre ore 20,00 Casa del Cittadino

ASSOCIAZIONI E TERRITORIO
Al via la decima edizione de “Il Paese dei Balocchi”
Si terrà in Piazza Annunziata, durerà tre giorni a partire da oggi, ed è rivolta a tutti i bambini di Angri

chiesa e mezzogiorno
“Se ognuno di noi fa qualcosa, allora si può fare molto”
Il Vescovo di Sant’Angelo dei Lombardi, per gli angresi ancora “Don Franco” ha presentato il documento CEI su Chiesa e Mezzogiorno e ha invitato alla partecipazione sociale

VIVACULTURA 2010
Sant'Egidio,"L'Inferno" sta qui
Domenica 26 settembre la Divina Commedia di Dante rivivrà per le strade e i cortili del Centro Storico

VIGILI URBANI
Rosanna Ferraioli: “dotare i vigili urbani di Angri di bombolette spray anti aggressione”
La proposta della vice coordinatrice provinciale di Noi Sud

editoriale
Informazione e anonimato
La nota del direttore di Angri Info

CRONACA
Viene multata, aggredisce la vigilessa sotto casa in Piazza Annunziata
Autrice del grave episodio di violenza un'altra donna . Il Sindaco Mauri : “tolleranza zero”.

 

Prodotti
LA FAVOLA

FOTOCOPIAMO

AQUARIUM

MY WAY SPORT

TEICO

ANTONIO MANZO FOTOGRAFO


Raccolta Differenziata
Cosa butto questa sera?
Questo strumento è stato realizzato gratuitamente da Angri.info. Immagini dal sito di Angri Eco Servizi
Pagine Utili
Cenni storici
Istituzioni
Associazioni
Imprese
Negozi
Professionisti
 
Artigiani
Scuola
Università
Numeri Utili (081)
Comune
Acquedotto
Guardia Medica
Vigili
Carabinieri
Protezione Civile

Polizia Stradale
Guasti Gas
CSTP
5168111
5161517
9368176
5168227
948383
947603

949666
800-016086
089 487111
Annunci Generici
Angri.info-Punto Info, Quotidiano Online. Aut.Trib. Nocera Inferiore N. 11/07 del 25/09/2007. Dir.Resp. A. Santaniello