angri.info





Home Page - Attualità - Video - Politica - Sport - Cultura & Spettacolo - InformaGiovani - Angresi nel Mondo - Contattaci - La voce degli Angresi (Forum)
E' in scadenza l’Ici, al Comune di Angri l’aliquota è il 7 per mille
La decisione di portare la tassa al massimo consentito dalla legge è dell’ex Amministrazione Mazzola.

Pubblicato da: Pippo Della Corte il 16 giugno 2009

In arrivo la stangata sull’ICI. L’imposta Comunale sugli Immobili è al massimo. Infatti l’aliquota fissata dalla passata amministrazione di centrodestra stretta attorno alleanza An-FI e guidata dall’ex sindaco Gianpaolo Mazzola è al sette per mille, il tetto massimo stabilito dalla legge.

La forbice prevista va da un minimo del quattro ad un massimo del sette per mille. La decisone in continuità con quella vigente per l’anno 2008 è stata formalizzata attraverso la delibera di giunta n. 391 su proposta del responsabile “UOC Programmazione e Risorse” Giuseppe Bonino.

Una notizia che certamente farà storcere il naso ai tanti proprietari che però potranno usufruire dello sgravio totale sull’abitazione principale, così come fissato dalla normativa nazionale. Un aumento della pressione fiscale sulle abitazioni di certo non gradita. Una scelta dettata probabilmente dalla necessità di fare cassa e garantire flussi certi di liquidità vista la situazione delle finanze locali caratterizzate da cospicui flussi di spesa. La decisone riguardante le aliquote 2009 risale allo scorso novembre nel tentativo di “garantire idonee fonti di finanziamento per assicurare la copertura finanziaria delle spese a carattere ricorrente”. La scelta della giunta è stata poi avallata dal Consiglio comunale. Nel corpo del testo è infatti riportato “di determinare per l’anno di imposta 2009 l’aliquota ordinaria per l’imposta comunale sugli immobili nella misura del 7 per mille”.

Sullo sfondo la delicata situazione finanziaria del Comune e la questione ancora aperta dei residui attivi, cioè dei crediti che il Comune vanterebbe nei confronti dei propri debitori. Milioni di euro molti dei quali potrebbero non essere esigibili data la prescrizione. La maggior parte dei crediti sarebbe caratterizzate dai canoni acqua sino alla metà del 2004 e da altre imposte locali.

All’atto del suo insediamento a Palazzo di Città lo stesso commissario Bruno Pezzuto in diversi interventi ha definito “patologica” la situazione dei residui attivi. Una situazione, che si starebbe trascinando da almeno un decennio, e non ancora chiarita ma che consentirebbe però la possibilità di approvare i bilanci in equilibrio. Un pareggio esclusivamente contabile tra entrate ed uscite. Da qui l’interessamento della Guardia di Finanza che ha avviato una indagine conoscitiva. Situazione che potrebbe profondamente mutare qualora venisse effettuata una operazione di scrematura e di stralcio dei residui attivi non più introitabili da parte dell’amministrazione. Ora, il Comune intende fare cassa attraverso la riscossione dell’ICI portata all’aliquota massima. Una batosta per i cittadini ed in particolare per i piccoli proprietari.
Pippo Della Corte




Parole chiave: Angri , Attualità , Bilancio , Tasse , ICI




COMMENTI DEGLI UTENTI ALLA NOTIZIA

Questa notizia non ha ancora ricevuto commenti





VIVACULTURA 2010
Sant'Egidio,"L'Inferno" sta qui
Domenica 26 settembre la Divina Commedia di Dante rivivrà per le strade e i cortili del Centro Storico

VIGILI URBANI
Rosanna Ferraioli: “dotare i vigili urbani di Angri di bombolette spray anti aggressione”
La proposta della vice coordinatrice provinciale di Noi Sud

Amministrazione Comunale
Approvato il conto consuntivo 2009
Resta il problema dei residui e dei debiti fuori bilancio appartenenti alle gestioni passate. Nuovo consiglio comunale per il 30 settembre.

editoriale
Informazione e anonimato
La nota del direttore di Angri Info

CRONACA
Viene multata, aggredisce la vigilessa sotto casa in Piazza Annunziata
Autrice del grave episodio di violenza un'altra donna . Il Sindaco Mauri : “tolleranza zero”.

arte e cultura ad Angri
Successo di pubblico e di critica per la mostra “Segni e Materie Incise”
Le opere di Maria La Mura resteranno esposte fino al 3 ottobre. La presentazione di Ernesto Terlizzi

attualità
Campagne allagate ad Angri, c'è l'impegno della Regione a risolvere il problema
Sopralluogo del Sindaco e dell'Assessore all'Ambiente Cosenza in località Orta Longa per i lavori da fare con urgenza

 

Prodotti
TEICO

ANTONIO MANZO FOTOGRAFO

LA FAVOLA

FOTOCOPIAMO

AQUARIUM

MY WAY SPORT


Raccolta Differenziata
Cosa butto Domenica sera?
Questo strumento è stato realizzato gratuitamente da Angri.info. Immagini dal sito di Angri Eco Servizi
Pagine Utili
Cenni storici
Istituzioni
Associazioni
Imprese
Negozi
Professionisti
 
Artigiani
Scuola
Università
Numeri Utili (081)
Comune
Acquedotto
Guardia Medica
Vigili
Carabinieri
Protezione Civile

Polizia Stradale
Guasti Gas
CSTP
5168111
5161517
9368176
5168227
948383
947603

949666
800-016086
089 487111
Annunci Generici
Angri.info-Punto Info, Quotidiano Online. Aut.Trib. Nocera Inferiore N. 11/07 del 25/09/2007. Dir.Resp. A. Santaniello