angri.info





Home Page - Attualità - Video - Politica - Sport - Cultura & Spettacolo - InformaGiovani - Angresi nel Mondo - Contattaci - La voce degli Angresi (Forum)
Comitato diritto all’acqua:” Rifiutiamo i locali sequestrati alla camorra”
Antonio D’Ambrosio, componente del direttivo, in una lettera esprime la sua contrarietà ad accettare l’offerta del Sindaco Mazzola ed elenca una serie di richieste all’Amministrazione Comunale

Pubblicato da: La Redazione il 11 febbraio 2009

Caro direttore,
ti scrivo per precisare la posizione della maggior parte dei fondatori del Comitato cittadino perché “l’acqua sia un diritto e non una merce”.
Esprimo la mia opinione personale quale componente del direttivo, a cui nei prossimi giorni seguirà un comunicato ufficiale.

Antonio D'Ambrosio
“Il proposito di spiegare con chiarezza i vari problemi connessi alle bollette Gori con annesse migliaia di diffide e messa in mora da parte di una società piemontese, che agisce quale mandataria della stessa, alle centinaia di persone presenti, è miseramente fallito in quanto nessuno ha preso impegni e questo era compito del sindaco, per impedire alla Gori di sospendere i minacciati ruoli coattivi, fermi, ipoteche, sospensione idrica ecc. coattivi.”
La richiesta al sindaco e assessore di annullamento immediato delle ingiunzioni relative al pagamento 1998 -1999, nonché di rimborsare i cittadini che negli anni precedenti hanno pagato i canoni di depurazione, dichiarati illegittimi dalla sentenza della Corte Costituzionale n.335/08 non ha avuto alcuna assicurazione di attuatività immediata del sindaco e dall’assessore, considerato che detti versamenti, dovevano essere accantonati in un fondo vincolato come previsto dalla legge 36/94 (legge Galli, ed ora devono essere restituiti ai cittadini.


La risposta alle moltissime lamentele dei cittadini che si sono visti piombare in casa in vigili urbani, con i dipendenti Gori per installare i misuratori, da parte dell’amministrazione, non ha soddisfatto nessuno del Comitato e dei cittadini, che pretendevano spiegazioni del perché la Polizia Locale, pagati con i soldi dei cittadini, accompagnasse personale di una ditta privata (Gori) nelle loro abitazioni.
La richiesta del Comitato al sindaco e all’Assessore di promuovere una immediata iniziativa presso l’Ente di Ambito per il ritorno alla gestione comunale del servizio idrico, in considerazione che i pozzi di Angri erogano annualmente 14 milioni di metri cubi d’acqua a tanti comuni dell’Ato 3, di fronte ad un consumo annuo di tutta la città di un milione circa, ha avuto solo un vago riscontro e non una immediata convocazione di un Consiglio Comunale che approvi tale volontà popolare in tempi brevi, ed in riferimento alla legge n.133/08 (Berlusconi) art 23 bis.


Ciò premesso, rifiutiamo l’offerta del sindaco ed assessore di mettere a disposizione locali sequestrati alla Camorra per aprire uno sportello, di assistenza al pubblico, in quanto ciò contrasta con le responsabilità devolute per legge al sindaco ed all’amministrazione, che ha nel suo organico collaboratori a tempo determinato o consulenti che potrebbero benissimo adempiere a tale compito che esula da quello del comitato, che può essere ed è solo di supporto informativo.

Nel merito siamo assolutamente insoddisfatti delle mancate risposte del Sindaco, siamo dalla parte dei cittadini che stanno soffrendo un momento particolare relative alle bollette acqua, diffide e messa in mora, . Pertanto chiediamo all’Amministrazione, onde continuare un dialogo, per ora molto esile, le seguenti iniziative, con rilevanza pubblica da parte dell’Ente:

1) intervento immediato presso la Gori per la sospensione delle procedure delle Diffide e messa in mora, da una società del Nord, in quanto il sindaco è rappresentante nell’Ente d’ambito di cui il Comune detiene il 2% del capitale sociale.
2) La non ratifica dell’aumento deciso dal Cda dell’Ente d’ambito il 29.12.2008, sulla seconda fascia delle bollette che perverranno ai cittadini nei prossimi mesi dalla Gori.
3) Un Consiglio Comunale per un ritorno alla gestione cittadina del servizio idrico.
4) La sospensione immediata degli atti di ingiunzione relativi al pagamento anni 98/99.
5) Il rimborso ai cittadini delle somme pagate per i canoni di depurazione a partire dal 3 ottobre 2000, anche per coloro che non trovano più le bollette pagate, a cui il Comune può agevolare la richiesta, verificando i pagamenti attraverso i tabulati, in archivio così come ha fatto con le richieste di pagamento di ingiunzione fiscale del 98-99.
6) Uno sportello di assistenza pubblica con personale dell’Ente, per le risposte ai cittadini.

L’accettazione di tali proposte del Comitato, delegato dai Cittadini con la raccolta di migliaia di firme, potrà consentire un’ulteriore collaborazione con l?Ente, ed un dialogo per ora sospeso.

Antonio D’Ambrosio




Parole chiave: Angri , Attualità , Camorra , Bollette , Antonio D'Ambrosio , Gori spa , Amministrazione Comunale , servizio idrico , comitato diritto acqua , beni sequestrati




COMMENTI DEGLI UTENTI ALLA NOTIZIA

Questa notizia non ha ancora ricevuto commenti





Amministrazione Comunale
Dal 4 ottobre inizia la refezione nelle scuole angresi
Il costo del ticket per i buoni pasto resta invariato

VIVACULTURA 2010
Sant'Egidio,"L'Inferno" sta qui
Domenica 26 settembre la Divina Commedia di Dante rivivrà per le strade e i cortili del Centro Storico

VIGILI URBANI
Rosanna Ferraioli: “dotare i vigili urbani di Angri di bombolette spray anti aggressione”
La proposta della vice coordinatrice provinciale di Noi Sud

Amministrazione Comunale
Approvato il conto consuntivo 2009
Resta il problema dei residui e dei debiti fuori bilancio appartenenti alle gestioni passate. Nuovo consiglio comunale per il 30 settembre.

editoriale
Informazione e anonimato
La nota del direttore di Angri Info

CRONACA
Viene multata, aggredisce la vigilessa sotto casa in Piazza Annunziata
Autrice del grave episodio di violenza un'altra donna . Il Sindaco Mauri : “tolleranza zero”.

arte e cultura ad Angri
Successo di pubblico e di critica per la mostra “Segni e Materie Incise”
Le opere di Maria La Mura resteranno esposte fino al 3 ottobre. La presentazione di Ernesto Terlizzi

 

Prodotti
FOTOCOPIAMO

AQUARIUM

MY WAY SPORT

TEICO

Gomorra. Viaggio nell'impero economico e nel sogno di dominio della camorra

Il camorrista. Vita segreta di don Raffaele Cutolo

'O sistema. Un'indagine senza censure sulla camorra. Con DVD

ANTONIO MANZO FOTOGRAFO

LA FAVOLA


Raccolta Differenziata
Cosa butto Domenica sera?
Questo strumento è stato realizzato gratuitamente da Angri.info. Immagini dal sito di Angri Eco Servizi
Pagine Utili
Cenni storici
Istituzioni
Associazioni
Imprese
Negozi
Professionisti
 
Artigiani
Scuola
Università
Numeri Utili (081)
Comune
Acquedotto
Guardia Medica
Vigili
Carabinieri
Protezione Civile

Polizia Stradale
Guasti Gas
CSTP
5168111
5161517
9368176
5168227
948383
947603

949666
800-016086
089 487111
Annunci Generici
Angri.info-Punto Info, Quotidiano Online. Aut.Trib. Nocera Inferiore N. 11/07 del 25/09/2007. Dir.Resp. A. Santaniello