angri.info





Home Page - Attualità - Video - Politica - Sport - Cultura & Spettacolo - InformaGiovani - Angresi nel Mondo - Contattaci - La voce degli Angresi (Forum)
Il nostro portale d’informazione “oscurato” al Comune di Angri
Una tracotante e discriminatoria decisione di un funzionario “politico” impedisce da qualche giorno ai dipendenti comunali la visione e la lettura di Angri. Info..

Pubblicato da: Amedeo Santaniello il 01 dicembre 2009

Angri.info, il nostro organo di informazione on line, regolarmente registrato al Tribunale della Stampa di Nocera Inferiore, non risulta più “visibile” nei pc degli uffici del Palazzo Municipale di Piazza Crocifisso.
E’ questa la conseguenza della disposizione impartita all’ Internet Service Provider che gestisce la rete internet del Comune di Angri, nata probabilmente con l’intento di impedire “la perdita di tempo” dei dipendenti comunali legata ad un utilizzo non regolare dei siti internet ma che si è trasformata, nelle mani di un solerte “censore” comunale, in una vera e propria compilazione di una lista di proscrizione.


Che cosa è successo in sostanza?

Sembra che il dirigente del Comune, di nomina politica, si, proprio quello che era stato nominato dal sindaco Gianpaolo Mazzola in quota Alleanza Nazionale, e che è rimasto al suo posto nonostante tutti gli altri colleghi di nomina politica siano ritornati a casa con lo scioglimento del consiglio comunale, sia stato colto da un improvviso attaccamento alla produttività e abbia deciso di fare oscurare tutti i siti web che, a suo giudizio, distraevano il personale dal lavoro, come facebook, etc…


A prima vista sembrerebbe una decisione sacrosanta, visto che i dipendenti comunali dovrebbero lavorare e non passare il tempo su internet. Invece che cosa ha fatto il nostro dirigente “politico”? Assieme ai social network ha pensato bene di aggiungere all’elenco dei siti da oscurare anche il nostro portale d’informazione, seguitissimo dall’intera città di Angri e conseguentemente dalla quasi totalità dei dipendenti comunali.

La decisione poteva anche essere da noi capita ed accettata se la “censura tecnologica” avesse riguardato tutti i siti d’informazione, cioè tutti gli organi di stampa on line, ma dalle verifiche fatte abbiamo appurato che sono stati oscurati solo alcuni siti mentre altri, ad esempio il Mattino on line e le sue pagine locali, Repubblica.it , Il Giornale, ed altri siti e blog, sia locali che nazionali, sono rimasti a libera disposizione degli impiegati comunali.

Una discriminazione vera e propria, che non si spiega con alcuna logica di trasparenza, di efficienza e di imparzialità compiuta, secondo fonti attendibili, per colpire l’organo di stampa locale che per il suo seguito e per il suo tipo di informazione dà più fastidio a certa classe politica e a certa burocrazia comunale.

Una discriminazione che sarebbe stata compiuta peraltro da una persona che oggi occupa un posto di responsabilità senza aver fatto alcun concorso pubblico, che va avanti di proroga in proroga, che porta avanti un bilancio inattendibile e che si vergogna perfino di mettere il suo curriculum vitae sul sito del Comune come prescrive la legge.

Allora come la mettiamo, signor dirigente “politico”? Chi le ha dato la discrezionalità di stabilire quale organo di informazione i dipendenti comunali possono consultare e quali invece no? Ma non si vergogna di aver operato, facendo una distinzione tra quelli consultabili e quelli no, un attacco alla libertà di stampa, alla libera informazione, all’imparzialità della Pubblica Amministrazione?

Ma la questione non riguarda solo il funzionario “politico”.

Chiediamo infatti al Commissario Straordinario, dott. Bruno Pezzuto, di comunicare all’opinione pubblica angrese se era al corrente e quindi partecipe della decisione del funzionario e in caso negativo quali provvedimenti intende prendere al riguardo.

Chiediamo infine al suo “tutore” politico (l’assessore provinciale Antonio Squillante) di prendere pubblicamente le distanze da un comportamento arrogante ed antidemocratico, oltre che illegittimo.

Per quanto ci riguarda, questa storia non finisce qui.

Amedeo Santaniello




Parole chiave: Angri , Attualità , Comune di Angri , censura




COMMENTI DEGLI UTENTI ALLA NOTIZIA

Postato da: gigamoney il 01-12-2009
NON VOTO PIU'
Se un Comune, che è un ente pubblico e non un partito, ostacola la libera informazione, cosa significa? che nasconde qualcosa?

comunque approfitto per dire la mia sulla situazione politica: DELUSO DA ALLEANZA NAZIONALE, sembravano il nuovo ma stanno confermando il marcio...non basta una cravatta spumeggiante e una fila sul lato per essere credibile

Postato da: alchemy il 02-12-2009
Bravo gigamoney
Io non voto da qualche anno... dopo l'ultima fantastica, "dubbia" campagna elettorale quella del motto più azzeccato che mai passato alla storia, "finalmente di cambia" e dove "clamorosamente" il risultato del ballottaggio ribalta la prima tornata...







VIVACULTURA 2010
Sant'Egidio,"L'Inferno" sta qui
Domenica 26 settembre la Divina Commedia di Dante rivivrà per le strade e i cortili del Centro Storico

VIGILI URBANI
Rosanna Ferraioli: “dotare i vigili urbani di Angri di bombolette spray anti aggressione”
La proposta della vice coordinatrice provinciale di Noi Sud

editoriale
Informazione e anonimato
La nota del direttore di Angri Info

CRONACA
Viene multata, aggredisce la vigilessa sotto casa in Piazza Annunziata
Autrice del grave episodio di violenza un'altra donna . Il Sindaco Mauri : “tolleranza zero”.

arte e cultura ad Angri
Successo di pubblico e di critica per la mostra “Segni e Materie Incise”
Le opere di Maria La Mura resteranno esposte fino al 3 ottobre. La presentazione di Ernesto Terlizzi

attualità
Campagne allagate ad Angri, c'è l'impegno della Regione a risolvere il problema
Sopralluogo del Sindaco e dell'Assessore all'Ambiente Cosenza in località Orta Longa per i lavori da fare con urgenza

opere d arte da salvare
La Cappella Pisacane, un gioiello d’arte da recuperare
Il prof. Sergio Amato chiede l’intervento dell’Amministrazione Comunale per il restauro delle opere d’arte risalenti al 1600

 

Prodotti
MY WAY SPORT

TEICO

ANTONIO MANZO FOTOGRAFO

LA FAVOLA

FOTOCOPIAMO

AQUARIUM


Raccolta Differenziata
Cosa butto Domenica sera?
Questo strumento è stato realizzato gratuitamente da Angri.info. Immagini dal sito di Angri Eco Servizi
Pagine Utili
Cenni storici
Istituzioni
Associazioni
Imprese
Negozi
Professionisti
 
Artigiani
Scuola
Università
Numeri Utili (081)
Comune
Acquedotto
Guardia Medica
Vigili
Carabinieri
Protezione Civile

Polizia Stradale
Guasti Gas
CSTP
5168111
5161517
9368176
5168227
948383
947603

949666
800-016086
089 487111
Annunci Generici
Angri.info-Punto Info, Quotidiano Online. Aut.Trib. Nocera Inferiore N. 11/07 del 25/09/2007. Dir.Resp. A. Santaniello