angri.info





Home Page - Attualità - Video - Politica - Sport - Cultura & Spettacolo - InformaGiovani - Angresi nel Mondo - Contattaci - La voce degli Angresi (Forum)
Munnezza ieri, Munnezza oggi… Facciamone un dibattito.
L’intervento del direttore di Angri.info

Pubblicato da: La Redazione il 08 gennaio 2008

Abbiamo letto con interesse l’articolo del collega Luigi D’Antuono su Angrinews. I suoi dubbi, le sue domande, le sue argomentazioni sulla posizione della classe politica angrese di un anno fa , dei comitati “spontanei” di allora che fiorivano in ogni strada, delle associazioni, dei giornalisti e in genere delle proteste di quasi tutti i cittadini angresi rispetto all'emergenza dei rifiuti ad Angri che portarono poi al defenestramento del sindaco La Mura, sono condivisibili in pieno. Ma c’è da aggiungere anche altro.

Scrive D’Antuono: “ripercorrendo il tunnel della “munnezza” mi sono ricordato come fosse stata veemente lo scorso anno la protesta degli angresi, capeggiata da esponenti politici locali. Ricordo assemblee, riunioni, costituzioni di comitati che rivendicavano, con arroganza e presunzione, incontri con il Primo Cittadino. Ricordo locandine disseminate sull’intero territorio, tribune politiche, studi televisivi assiepati di “Masanielli’” pronti a mettersi alla guida della “rivoluzione doriana”. Tutti schierati, tutti in prima linea, pronti a sferrare l’attacco, pronti a chiedere dimissioni. Tutti pronti a far valere le bellicose idee partorite nel corso di riunioni fiume che hanno avuto come “location” la Casa del Cittadino, riservata, per diverse settimane, solo ai fautori della rivoluzione. Tutti uniti, si diceva, per il bene di Angri!!! A distanza di un anno mi chiedo che fine abbiano fatto questi valorosi cittadini pronti a cambiare Angri.
La “munnezza” inonda la città, ma ora Angri è diversa! Tutto si nasconde, tutti tacciono e persino i dossier giornalistici che dodici mesi fa scovavano immondizia anche nel mouse del mio computer, oggi si sono, candidamente, trasformati in meravigliose cartoline con tanto di saluti da “Angri differente”. Cambiare idea è lecito e non mi sento di condannare chi per scelta, per interesse o altre ragioni, ha cambiato, radicalmente, pensiero. Da anni avevo sposato il pensiero del compianto professore Gaetano Marra, che rappresentava Angri come “la città dove i cuori amano e le menti pensano”. Da qualche tempo, invece, nella mente comincia a prendere largo il concetto di un amico giornalista che definiva, in uno scritto sferzante, Angri come “la città dei lecca-lecca”.


L’intervento di Amedeo Santaniello.

Tutto condivisibile, caro Luigi, compreso quello che riguarda gli organi di informazione . Vorrei solo aggiungere alle tue parole che, per quanto riguarda il “nostro”settore, non mi sembra che sia cambiato poi molto.


Oggi, come ieri, i giornalisti –chiamiamoci così anche noi di Angri – continuiamo ad “elemosinare” qualche “notizia” da pubblicare all’amico assessore o consigliere e in cambio assicuriamo “eterna riconoscenza” e grande spazio “pubblicitario”. Oggi come ieri, e ne parlai anche durante l’Amministrazione La Mura, la nostra “categoria” continua ad essere in gran parte “asservita al potente di turno”, la pubblicità degli atti pubblici continua ad essere un “favore” e non un diritto e il connubio tra “chi la fa” e “chi la racconta” diventa sempre più evidente.

A dire la verità, oggi la “tecnica” si è fatta un poco più raffinata. Se sei nella “lista degli amici”, è possibile che ti arrivi da uno pseudo ufficio stampa del Comune (termine usato impropriamente e illegittimamente dalla “portavoce” del sindaco) anche qualche comunicato più o meno sgrammaticato, a prescindere dal fatto di essere o meno un operatore dell’informazione, un privato cittadino o un dipendente presso la Società del Sindaco (se volete la lista, ve la pubblico). Se invece non sei tra i “favoriti” , se non fai il “bravo” capita che per “distrazione”, chi è pagato con i soldi dei contribuenti angresi (e non da sponsor privati) solo a te non fa arrivare più niente, neanche la notizia della convocazione del consiglio comunale o della posa della “prima pietra” dei 139 alloggi, con la speranza recondita – peraltro vana - di farti desistere. Munnezza ieri, munnezza oggi, appunto.



Parole chiave: Angri , munnezza , dibattito , Politica




COMMENTI DEGLI UTENTI ALLA NOTIZIA

Postato da: alchemy il 09-01-2008
Parole, parole, parole
Per quanto riguarda la monnezza, per un comune cittadino che non ha "particolari" influenze politiche l'unica cosa che conta e che nota è che comuque siamo ancora sommersi da montagne di monnezza.
Siccome il comune cittadino paga regolarmente le tasse, ed effettua, nel suo piccolo rigorosamente la raccolta differenziata "Esige" un minimo di "rispetto" di civiltà da parte delle locali istituzioni.
Ordunque, se le classi politiche continuano ad accusarsi reciprocamente su quello che è stato o non è stato fatto, l'unica cosa che il comune cittadino nota è racchiuso un un noto proverbio "scart frusc' e pigl' primer'"...
Sono seriamente preoccupato sul futuro civile di questa città fin quando gli interssi dei privati prevalgono su quelli comuni....


Postato da: sonniboi il 09-01-2008
Speravamo che no fosse munnezza...
Postato da: sonniboi il 14-08-2007
Speriamo che non sia "munnezza"
Mi raccomando efficienza, obiettivi, semplificazione della raccolta differenziata, ad oggi fra le più complicate mai viste. I cittadini mediamente incivili potranno fare la loro parte solo se darete la possibilità di non accampare alibi. Oggi purtroppo ne hanno parecchi.
Questo un mio post di agosto......
quando la speranza in attaggiamenti nuovi e risolutivi e la serenità di alcuni giorni di vacanza, mi portava a credere che ci sarebbe potuto essere uno spirito nuovo nella politica angrese, a prescindere dall'ideologia.Oggi i cittadini di alibi ne hanno molti di più di 6 mesi fa e l'amministrazione comunale sta dimostrando tutta la sua incapacità di definire priorità, anticipare problemi, comprendere realmente di cosa il cittadino necessiti.Nascondersi dietro il dissesto finanziario e l'eredità ricevuta dalla precedente amministrazione è un gioco che ci ha profondamente stufati, dico tra l'altro che le analisi e le proiezioni economico/finanziarie vanno fatte già in campagna elettorale, per non promettere alla popolazione disperata la luna del pozzo. Questo è poco etico ed offende l'intelligenza del prossimo. Non scrivo sull'onda dell'emozione rifiuti, ma sullo stallo profondo che vedo nel paese...cari politici, terzo mondo, con grande rispetto per chi purtroppo nel terzo mondo non ha realmente risorse da utilizzare per emergere. Qui le risorse ci potrebbero essere, ma solo se il solito spirito di individualità e di interesse privato, dovesse lasciare spazio all'interesse pubblico e del cittadino ad oggi rincoglionito da chiacchiere e da discutibili e poco comprensibili, ai più, project financing e simili. Io francamente sono per la politica di, poco, ma tutti i giorni! Umilmente mi permetto di fornire lo stesso consiglio alla classe politica angrese, perchè di discussioni sterili,di decisioni non prese, di mancanza di attenzione al bene pubblico e di folcloristiche promesse non mantenute, ne abbiamo piene la tasche!
Torno al mio lavoro, consapevole del fatto, che questo quarto d'ora di sfogo, non servirà a nulla, se non a rappresentare l'impotenza di chi troverà la sua pace solo allontanandosi geograficamente in maniera definitiva da questo squallore......

Postato da: emyly83 il 14-01-2008
Di quale monnezza vogliamo parlare???
A volte mi chiedo quando e' iniziato e perche'si e' arrivati a tanto. L'emergenza,che stiamo vivendo in questi giorni, è solo uno dei tanti problemi che ci affliggono.Ma che, in modo eclatante e' balzato agli onori della cronaca occupando gran parte di spazio in tv e sui giornali, alimentando dibattiti a tutte le ore dove, tutti sanno e tutti vogliono insegnare.Siamo diventati o forse lo siamo sempre stati "Gli ignoranti d'Italia".Gli inetti, gli incapaci, quelli che non sanno il significato della parola DIFFERENZIARE.Mi chiedo, perche' solo noi campani,abbiamo questo problema? Io penso che in una nazione dove la classe politica e' incapace di governare, perche' troppo presi ad accusarsi a vicenda su cose gestite male, e dove di continuo ,si tenta nel modo piu' corrotto di arricchirsi,non puo' fare altro che aggravare il disagio sociale ed economico;dando un cattivo esempio alla comunita' che, con tanta speranza li ha ELETTI.Al problema spazzatura c'e'un'altra risposta, oggi sulla bocca di tutti,specialmente su quella dei ben pensanti,dei perbenisti,di quelli che, pero',hanno sempre saputo e sempre taciuto!LA CAMORRA. Chi sono i camorristi?Persone che rubano? Che uccidono? Che fanno loschi affari?Quelli che portano la droga nelle mani dei nostri ragazzi?Quelli capaci di bloccare la realizzazione di un impianto di termovalorizzatore,proseguendo indisturbati i loro sporchi affari?Hanno ridotto la nostra regione (la piu' bella d'Italia )in un enorme pattumiera. Ma chi e' questa gente? E chi ha permesso loro di arrogarsi tali poteri?Forse in tutto questo sfacelo la classe politica centra qualcosa? Allora, caro mio giornalista se sei "amico degli amici" di turno forse un articolo lo pubblicherai ,altrimenti trovati un'altro lavoro,perche' i soldi per pagare i disturbatori non ci sono .Il comune e' in DEFICIT!!!!!







US ANGRI
Dimissioni di Varone, il Sindaco Mauri sgombra il campo dalle illazioni
“Siamo rimasti sorpresi, considerato l’impegno profuso dall’Amministrazione nei suoi confronti”

pari opportunità
Vigilessa aggredita, la solidarietà della Commissione Pari Opportunità
“occorre ristabilire la cultura della civile convivenza”

VIGILI URBANI
Rosanna Ferraioli: “dotare i vigili urbani di Angri di bombolette spray anti aggressione”
La proposta della vice coordinatrice provinciale di Noi Sud

Amministrazione Comunale
Approvato il conto consuntivo 2009
Resta il problema dei residui e dei debiti fuori bilancio appartenenti alle gestioni passate. Nuovo consiglio comunale per il 30 settembre.

attualità
Campagne allagate ad Angri, c'è l'impegno della Regione a risolvere il problema
Sopralluogo del Sindaco e dell'Assessore all'Ambiente Cosenza in località Orta Longa per i lavori da fare con urgenza

POLITICA
Generazione Italia sabato 2 ottobre inaugura la sede in Piazza Sorrento
Sarà presente l'on. Italo Bocchino, capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia

POLITICA
“La Pari Opportunità nella programmazione della Pubblica Amministrazione”
L'importante ed attuale tema è stato discusso ieri sera dal Movimento Pdl Angri Donna, ispirato dall’Assessore provinciale Antonio Squillante

 

Prodotti
LA FAVOLA

FOTOCOPIAMO

AQUARIUM

La casta. Così i politici italiani sono diventati intoccabili

MY WAY SPORT

TEICO

1984

La storia non è finita. Etica, politica, laicità

La terza repubblica. Partiti contro presidenti

Tutto è Berlusconi. Radici, metafore e destinazione del tempo nuovo


Raccolta Differenziata
Cosa butto questa sera?
Questo strumento è stato realizzato gratuitamente da Angri.info. Immagini dal sito di Angri Eco Servizi
Pagine Utili
Cenni storici
Istituzioni
Associazioni
Imprese
Negozi
Professionisti
 
Artigiani
Scuola
Università
Numeri Utili (081)
Comune
Acquedotto
Guardia Medica
Vigili
Carabinieri
Protezione Civile

Polizia Stradale
Guasti Gas
CSTP
5168111
5161517
9368176
5168227
948383
947603

949666
800-016086
089 487111
Annunci Generici
Angri.info-Punto Info, Quotidiano Online. Aut.Trib. Nocera Inferiore N. 11/07 del 25/09/2007. Dir.Resp. A. Santaniello