angri.info





Home Page - Attualità - Video - Politica - Sport - Cultura & Spettacolo - InformaGiovani - Angresi nel Mondo - Contattaci - La voce degli Angresi (Forum)
La tariffa “forfetaria” dell’acqua è illegittima
Il Giudice di Pace condanna la Gori alla restituzione delle somme incassate

Pubblicato da: Pippo Della Corte il 04 giugno 2008

E’ ancora alta l’attenzione in merito alla questione delle bollette relative alla fornitura del servizio idrico. Dalla metà dell’anno 2004 la gestione e la successiva fatturazione del servizio è passata nella competenza della società per azioni denominata Gestione Ottimale Servizi Idrici (GORI) Con la sentenza 1606/07 il giudice di Pace avvocato Felice Pisapia ha condannato la GORI spa alla restituzione di una somma di danaro ritenuta illegittimamente richiesta ed incassata.

La sentenza ha quindi sancito l’accoglimento del ricorso presentato da un cittadino di Angri A.P. difeso dall’avvocato Eliodoro Alfano, anch’egli di Angri. La somma pari centosessantotto euro era stata pagata dall’utente a fronte della fattura n. 000316 A/02 del venticinque gennaio 2006. Il cittadino dopo aver regolarmente pagato ha prodotto il ricorso. Si legge nella sentenza che la GORI all’interno del documento citato “dichiarava di aver fatturato il consumo idrico in via presuntiva, secondo il sistema “pro die” e applicava la tariffa stabilita dal Comune di Angri per il consumo di acqua potabile, ritenendo di determinare la base per il calcolo dei canoni fognari e di depurazione”.

In sostanza alla base dell’accoglimento del ricorso ci sarebbe il fatto che l’importo fatturato non è basato sulla lettura dei contatori ma su di un criterio presuntivo e forfetario. Infatti è ancora riportato all’interno della sentenza che “il prezzo della fornitura deve essere commisurato all’effettivo consumo e non può essere determinato secondo altri criteri presuntivi che prescindano dalla reale situazione, appalesandosi, pertanto, illogici”. Ed ancora “Nella fattispecie in esame, la richiesta di pagamento la cui quantificazione è stata determinata sul minimo contrattuale è illegittima”.

Il giudice ha quindi esplicitato nel corpo della sentenza che la “GORI va condannata alla restituzione della somma di euro 168,00 al pagamento delle spese di lite che liquida in euro 350,00 ivi comprese euro 50.00 per esborsi, oltre spese generali, cassa avvocati e I.V.A. “La società partenopea dovrà quindi restituire il denaro al cittadino A.P

La sentenza n. 1606/07 potrebbe rappresentare un precedente importante per eventuali successivi pronunciamenti da parte di altri giuridici di Pace. In ballo ci sarebbero milioni di euro che la GORI potrebbe non incassare ed addirittura come nel caso specifico restituire agli utenti. La questione resterebbe quindi ancora al centro del dibattito politico locale.



Parole chiave: Angri , Gori , Eliodoro Alfano , giudice di pace , bollette acquedotto , Felice Pisapia , consumo forfetario




COMMENTI DEGLI UTENTI ALLA NOTIZIA

Postato da: giomode il 07-09-2008
Complimenti per aver pubblicato questo argomento
sicuramente sarà un articolo che vi porterà un numero notevole di visite al vs. sito.poichè al nord Italia stanno arrivando le prime fatture eseguite con il concetto non del consumo ma del FORFAIT, dato che io sono uno dei tanti che ho ricevuto una fattura del genere e che non ha nessuna intenzione di pagarla in quanto la Legge è molto esplicita e recita chi inquina paga natulamente per quello che consuma e non a FORFAIT, altrimenti diventerebbe Tassa Imposisitiva e per un bene di vita come lo è l'acqua, NON E' GIUSTO. se per cortesia potrei avere una copia della sentenza ve ne sarei grato, avrei bisogno anche del vs. permesso per poterla far conoscere ad altre persone che vi garantisco sono tante. Complimenti ancora.
Giorgio







VIVACULTURA 2010
Sant'Egidio,"L'Inferno" sta qui
Domenica 26 settembre la Divina Commedia di Dante rivivrà per le strade e i cortili del Centro Storico

VIGILI URBANI
Rosanna Ferraioli: “dotare i vigili urbani di Angri di bombolette spray anti aggressione”
La proposta della vice coordinatrice provinciale di Noi Sud

PROMOZIONE
S. Vito Positano 1 - Libertas Angri 2
La Libertas Angri finalmente si sblocca e vince a Positano

Amministrazione Comunale
Approvato il conto consuntivo 2009
Resta il problema dei residui e dei debiti fuori bilancio appartenenti alle gestioni passate. Nuovo consiglio comunale per il 30 settembre.

editoriale
Informazione e anonimato
La nota del direttore di Angri Info

CRONACA
Viene multata, aggredisce la vigilessa sotto casa in Piazza Annunziata
Autrice del grave episodio di violenza un'altra donna . Il Sindaco Mauri : “tolleranza zero”.

arte e cultura ad Angri
Successo di pubblico e di critica per la mostra “Segni e Materie Incise”
Le opere di Maria La Mura resteranno esposte fino al 3 ottobre. La presentazione di Ernesto Terlizzi

 

Prodotti
ANTONIO MANZO FOTOGRAFO

LA FAVOLA

FOTOCOPIAMO

AQUARIUM

MY WAY SPORT

TEICO


Raccolta Differenziata
Cosa butto questa sera?
Questo strumento è stato realizzato gratuitamente da Angri.info. Immagini dal sito di Angri Eco Servizi
Pagine Utili
Cenni storici
Istituzioni
Associazioni
Imprese
Negozi
Professionisti
 
Artigiani
Scuola
Università
Numeri Utili (081)
Comune
Acquedotto
Guardia Medica
Vigili
Carabinieri
Protezione Civile

Polizia Stradale
Guasti Gas
CSTP
5168111
5161517
9368176
5168227
948383
947603

949666
800-016086
089 487111
Annunci Generici
Angri.info-Punto Info, Quotidiano Online. Aut.Trib. Nocera Inferiore N. 11/07 del 25/09/2007. Dir.Resp. A. Santaniello