angri.info





Home Page - Attualità - Video - Politica - Sport - Cultura & Spettacolo - InformaGiovani - Angresi nel Mondo - Contattaci - La voce degli Angresi (Forum)
Edmondo Cirielli: “ecco quali saranno i miei impegni per la Provincia di Salerno”
Il neo Presidente ha presentato le dichiarazioni programmatiche della sua amministrazione. La mobilità nell'agro nodo cruciale.

Pubblicato da: La Redazione il 21 luglio 2009

“Consapevoli della grande responsabilità che la nostra Amministrazione e ciascuno di noi assume dinanzi al popolo, tutti insieme vorremmo essere artefici del destino nostro e della nostra amata Provincia”. Lo ha detto il Presidente della Provincia, On. Edmondo Cirielli, concludendo le dichiarazioni programmatiche rese al Consiglio per il mandato 2009/12.

Il Presidente della Provinica di Salerno on., Edmondo Cirielli
“L’atto di presentare le linee programmatiche – ha precisato – ha per noi un significato non solo formale, ma di assunzione di impegno, che non intendiamo disattendere. Certo – ha aggiunto – i progetti sono ambiziosi, ma il desiderio di cambiare espresso dall’elettorato meritava e merita risposte ambiziose”. La missione delineata dal neo Presidente, per il prossimo quinquennio, riguarda la realizzazione di una serie di interventi e di progetti che “trovano il loro elemento unificante – ha detto – nella sintesi tra senso della storia e dell’identità, richiamo ai valori e tensione etica, accettazione piena del significato e della sfida della modernità coniugata con piena consapevolezza delle nostre tradizioni. Abbiamo l’occasione storica – ha sottolineato Cirielli – di tradurre in concreto i riferimenti valoriali e simbolici che sono stati alla base del nostro impegno di sempre nella società e nella politica. Ispirati alla cultura della responsabilità e dell’impegno – ha rimarcato il neo Presidente della Provincia – vorremmo, tutti insieme, essere artefici del destino nostro e della nostra amata Provincia”.

Il documento, presentato ai sensi dell’art. 46, comma 3, del Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267 e dell’art. 31 dello Statuto della Provincia di Salerno, si articola in cinque sezioni: Idea di Provincia; valori di riferimento dell’azione amministrativa; metodo nell’amministrazione; pilastri programmatici; valutazioni conclusive.

L’idea di Provincia “tornare grandi” esprime la volontà di riscatto e di crescita di una terra carica di identità storiche e di potenzialità economiche, culturali ed umane, caduta in fondo alle classifiche nazionali per redito pro capite e per qualità della vita. Non può limitarsi ad uno slogan l’idea di un Ente che voglia rappresentare il volano di sviluppo del proprio territorio e svolgere un ruolo utile e strategico in un contesto di frammentazione di poteri locali, di debolezza del tessuto socio-economico e di carenza di infrastrutture. Ecco perché, l’idea di Provincia che abbiamo è quella di un Ente leggero, amico dei cittadini, interlocutore privilegiato delle realtà comunali in termini di sussidiarietà, soggetto che si propone di amministrare le problematiche di area vasta. Perciò, immaginiamo una Provincia policentrica e digitale, cioè decentrata in circondari ed a portata di mause, e ripensata nello Statuto, con il coinvolgimento di tutte le forze politiche, sociali, culturali e delle amministrazioni locali. I relativi valori di riferimento sono in primis la legalità, la solidarietà, la responsabilità dell’agire politico, la sussidiarietà, la partecipazione, l’etica pubblica ed il rispetto della dignità dell’uomo. In questa ottica progettiamo di redigere un codice deontologico di chi amministra la cosa pubblica e di chi presta la propria opera lavorativa nella Provincia.

Metodo nell’Amministrazione – Per raggiungere gli obiettivi prefissati abbiamo individuato tre grandi missioni, già indicate nel programma elettorale, che intendiamo assumere come criteri fondanti di questa Amministrazione. La prima riguarda la riqualificazione della spesa per non sprecare denaro pubblico, introducendo la cultura e la pratica della gestione per obiettivi e della valutazione dei risultati. La seconda è rivolta a costruire il futuro con moderne infrastrutture e nuove tecnologie, attraverso la promozione di poli di eccellenza per l’innovazione, la costituzione di un centro di ricerca e produzione di nuove tecnologie, sistema avanzato di telecontrollo stradale, centri digitali a servizio dei cittadini, rete know how per l’accesso a nuove imprenditorialità. La terza punta su una burocrazia amica che assicuri trasparenza e pari opportunità.
I pilastri programmatici dell’azione che si intende portare avanti, “aiutando a fare”, “governando di più e gestendo di meno”, sono centrati sulle politiche per l’agricoltura; le attività produttive; la cultura e la riscoperta dell’identità (come l’elevazione del Castello di Arechi a sede di rappresentanza della Provincia e la valorizzazione di altri castelli, architetture storiche e giacenze archeologiche di Velia e di Paestum); una edilizia scolastica vivibile e sicura; una viabilità affidabile e capace di decongestionare la mobilità nell’Agro, di connettere l’intero territorio e di ammagliare zone interne, Cilento e Vallo di Diano; le politiche di recupero dei piccoli comuni; le grandi infrastrutture (rilancio aeroporto di Pontacagnano, realizzazione dell’interporto di Battipaglia, valorizzazione del porto commerciale di Salerno); le politiche giovanili (Patti formativi locali, osservatorio e centro per l’occupabilità, Auditorium e Parco della Musica); la sicurezza del territorio (presidi difesa del suolo e standard di vivibilità); la solidarietà (albi di fiducia per diversamente abili, servizi sociali e sanità); sviluppo, lavoro e formazione professionale (ricerca, internazionalizzazione dei prodotti e dei saperi, borsa merci dell’agroalimentare, recupero della risorsa mare, riorganizzazione dei centri per l’impiego); turismo (definizione del sistema turistico locale, marketing territoriale, centro ludico internazionale nella Piana del Sele, istituzione di percorsi religiosi, creazione del Parco del Mito nelle aree archeologiche di Velia, Paestum ed Agropoli, valorizzazione delle tradizioni identitarie, dei battisteri paleocristiani di Marcellianum e di Nocera Superiore, del polo termale di Contursi, creazione di un Ente fieristico, incentivazione degli Istituti Alberghieri e per l’Agricoltura, utilizzo dell’Auditorium di Pagani come luogo di incontro internazionale di musicisti ed artisti); tutela dell’ambiente (difesa delle coste, recupero aree interne, trattamento integrato e valorizzazione rifiuiti); urbanistica e rivisitazione del PTCP (Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale).




Parole chiave: Salerno , Provincia di Salerno , Politica , Agro Nocerino , Edmondo Cirielli




COMMENTI DEGLI UTENTI ALLA NOTIZIA

Postato da: lombardi antonio il 22-07-2009
Cirielli al 1° posto dovrebbe mettere la credibilità!
Al primo posto Cirielli, come del resto la quasi totalità della politica campana (di destra, di centro e di sinistra), dovrebbe mettere la credibilità.
E' credibile chi mantiene nella propria Giunta un assessore che in qualità di sindaco di Pagani è stato condannato per peculato in 1° grado ad un anno e sei mesi con la sospensione?

Antonio Lombardi, direttore responsabile di ANGRI '80










attualità
Campagne allagate ad Angri, c'è l'impegno della Regione a risolvere il problema
Sopralluogo del Sindaco e dell'Assessore all'Ambiente Cosenza in località Orta Longa per i lavori da fare con urgenza

POLITICA
Generazione Italia sabato 2 ottobre inaugura la sede in Piazza Sorrento
Sarà presente l'on. Italo Bocchino, capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia

POLITICA
“La Pari Opportunità nella programmazione della Pubblica Amministrazione”
L'importante ed attuale tema è stato discusso ieri sera dal Movimento Pdl Angri Donna, ispirato dall’Assessore provinciale Antonio Squillante

AMMINISTRAZIONE COMUNALE
Consiglio Comunale, riconosciuto il debito fuori bilancio di Angri Eco Servizi
Nato durante l’emergenza rifiuti del 2008, sarà finanziato con una parte dell’avanzo di amministrazione

attività sociali
Continuano gli spettacoli di animazione per bambini
E’ la volta di via Orta Longa, località Avagliana, sabato 2 ottobre alle ore 17,00

Amministrazione Comunale
Approvato il conto consuntivo 2009
Resta il problema dei residui e dei debiti fuori bilancio appartenenti alle gestioni passate. Nuovo consiglio comunale per il 30 settembre.

POLITICA
E’ dibattito tra i giovani angresi di destra
Il Movimento Nova Luce risponde al manifesto di Azione Giovani

 

Prodotti
La storia non è finita. Etica, politica, laicità

La terza repubblica. Partiti contro presidenti

Tutto è Berlusconi. Radici, metafore e destinazione del tempo nuovo

La casta. Così i politici italiani sono diventati intoccabili

1984


Raccolta Differenziata
Cosa butto questa sera?
Questo strumento è stato realizzato gratuitamente da Angri.info. Immagini dal sito di Angri Eco Servizi
Pagine Utili
Cenni storici
Istituzioni
Associazioni
Imprese
Negozi
Professionisti
 
Artigiani
Scuola
Università
Numeri Utili (081)
Comune
Acquedotto
Guardia Medica
Vigili
Carabinieri
Protezione Civile

Polizia Stradale
Guasti Gas
CSTP
5168111
5161517
9368176
5168227
948383
947603

949666
800-016086
089 487111
Annunci Generici
Angri.info-Punto Info, Quotidiano Online. Aut.Trib. Nocera Inferiore N. 11/07 del 25/09/2007. Dir.Resp. A. Santaniello