angri.info





Home Page - Attualità - Video - Politica - Sport - Cultura & Spettacolo - InformaGiovani - Angresi nel Mondo - Contattaci - La voce degli Angresi (Forum)
Area ex Mcm, ben presto sorgeranno quattro blocchi di palazzine di tre piani
I 64.mila metri quadrati di terreno al centro della città resi edificabili dalla Regione Campania.

Pubblicato da: Pippo Della Corte il 24 agosto 2009

l'area ex Mcm - Corso Vittorio Emanuele Angri
Un’ampia area residenziale composta da quattro blocchi da palazzine di tre piani, con verde ed attrezzature. Sembra ormai disegnato il futuro dell’area ex MCM da più di dieci anni di proprietà del gruppo conserviero AR. I 64 mila mq. posti al centro della città furono venduti da Giovanni Lettieri (Confindustria Napoli) all’allora Conserviera Sud srl dell’imprenditore Antonino Russo.

Un investimento miliardario che ora potrebbe produrre i frutti attesi per lunghi anni. Attualmente l’area è destinata a deposito industriale. Il tutto risale al 1997 quando Lettieri avviò una serie di consultazioni per vendere i “suoli d’oro”.

Ora, grazie ad una legge regionale specifica si è sbloccato l’iter in deroga al piano regolatore generale, per cui nessun impedimento dovrebbe ostacolare la possibilità di costruire case. Ovvero, la legge regionale varata dalla giunta di centrosinistra guidata dal governatore Antonio Bassolino consente attraverso interventi residenziali e sociali di riqualificare “ambiti urbani degradati e dismessi”.

In sostanza ed a seguito di una manifestazione di interesse del 2008 i proprietari di fabbriche dismesse oppure in via dismissione hanno ottenuto la possibilità di riconvertire quei suoli realizzando interventi edilizi, parte dei quali a costi più contenuti. Una decisione che in un colpo solo ha evitato ulteriori lungaggini burocratiche e decisioni da parte del Comune che per anni ha lasciato che la questione rimanesse sostanzialmente ferma. La soluzione al problema è giunta da Napoli, nonostante tre diverse giunte avessero tentato di affrontare la questione ex MCM. Si legge in una nota della Regione che “la legge regionale dovrebbe quindi riattivare il ciclo dell’edilizia e dare una risposta al disagio abitativo in termini di sostenibilità ambientale, di qualità e sicurezza delle costruzioni”.

Ed ancora a conferma della possibilità di edificare sui suoli degli ex opifici : “Sono ammessi interventi edilizi in aree urbane degradate, ad esempio aree industriali dismesse, con cambiamenti di destinazione d’uso, senza aumenti delle volumetrie, per trasformarli in edilizia abitativa. In questo caso il concessionario deve destinare almeno il 20% del valore creato all’housing sociale”. L’aumento delle volumetrie è permesso in casi ben precisi : “il 20% per gli edifici non superiori a 1000 metri cubi (villette mono e bifamiliari), il 35% per gli edifici abbattuti e ricostruiti secondo le norme più avanzate”. Stessa sorte dell’ex MCM toccherà ai suoli ex Elvea, ai suoli dell’industria conserviera Benincasa ed a quelli delle Officine Meccaniche Raiola.

Pippo Della Corte



Parole chiave: Angri , Urbanistica , Antonino Russo , ex Mcm , Edilizia




COMMENTI DEGLI UTENTI ALLA NOTIZIA

Postato da: alchemy il 25-08-2009
Ci sono riusciti
Visto? di seguito copia del mio post del 22.11.2007 sull'articoli di Della Corte dal titolo "Botta e risposta tra l'assessore Giordano e il consigliere Avagnano" in cui si parlava di Project Financing.

Postato da: alchemy il 22-11-2007
Se magna!!!!???
Scommettiamo che i lavori saranno solo ed esclusivamente "la riqualificazione urbana dell’area ex MCM"?

Alla fine ci sono riusciti.


Postato da: asso334 il 26-08-2009
azz....
VUOI VEDE CHE MO E MEGLIO QUELLO SQUALLORE DI ADESSO CON STI TIR IN MEZZO A .....? se aspettavi il comune di angri che se inventava qualcosa con ste specie di falliti prestati alla politica ha voglia a tene il deposito di spunzzilli al centro meglio le case e un po diverde almeno sto schifo di paese cambia un pò il luk non censurate

Postato da: gattosilvestro il 26-08-2009
Diciamo ciao......
...all'ultima occasione di riscatto della nostra città.
Chissenefrega del futuro di Angri, dei giovani, delle strutture per lo svago di cui hanno bisogno!
Chissenefrega dei tanti eccellenti tecnici angresi, magari appena laureati, che potrebbero contribuire a dare la migliore destinazione possibile all'area!
W I palazzinari, W la speculazione edilizia e soprattutto...ABBASSO ANGRI!!!




Postato da: sonniboi il 27-08-2009
Diciamo che....
La riconversione di quell’area, purchè fatta con la dovuta attenzione al rispetto dei vincoli di buona e corretta costruzione (materiali e rispetto delle cubature) e di rispetto delle aree attrezzate e verdi previste, può essere un’opportunità.
Se qualcuno pensava che lì in mezzo potesse nascere un bosco, un fiume (non inquinato), o un’altra villa comunale, probabilmente crede ancora a Peter Pan…
Oggi lo squallore è sotto gli occhi di tutti ed ormai da decenni, peggio di così non si può.
Non credo che sia la "rivalutazione" di quell’area la fine di Angri, anzi.
Così come non credo che un neolaureato, possa immediatamente essere un eccellente tecnico, magari lo diventerà.
Speriamo piuttosto, che i “vecchi tecnici”, costruttori ed imprenditori, sappiano pensare al futuro dei giovani tecnici e della cittadinanza intera, oltre che ai loro giusti, ma speriamo non eccessivi profitti, altrimenti le 2 cose difficilmente potranno combinarsi…..


Postato da: pontck il 31-08-2009
Riflessione
Sono anni che si parlva di riqualificare l'area ex MCM con un centro polifunzionale di utilità sociale (vedi cinema, centro sociale, ecc) o di un centro mercato con verde attrezzato o di tutta una serie di iniziative utili alla 'collettività'. Invece adesso ci sarà sicuramente una serie di iniziative utili alla collettività dei costruttori che staranno brindando all'ennessimo favore ricevuto. Sicuramente a molti farà piacere vedere nuove case (si spera costrutie con tutti i crismi del caso) da comprare ma la domanda nasce spontanea: perchè nuove case in un paese che no offre servizi e null'altro alla cittadanza se non un paese dormitorio (di non angresi)?







ESEMPI DA IMITARE
Domenica La Fortis Murgia di Altamura accoglierà i tifosi angresi con amicizia e simpatia
Previsto anche uno spettacolo di falconeria all’interno dello stadio D’Angelo

US ANGRI
Dimissioni di Varone, il Sindaco Mauri sgombra il campo dalle illazioni
“Siamo rimasti sorpresi, considerato l’impegno profuso dall’Amministrazione nei suoi confronti”

AGROINVEST
Agro Invest, continua la cessione dei lotti del Pip Taurana agli imprenditori
Firmato l’atto pubblico per il passaggio di proprietà alle Officine D’Auria srl, nota azienda angrese

PROMOZIONE
Libertas Angri 0 – Pimonte 1
Terza sconfitta consecutiva della squadra di casa. Stavolta senza recriminazioni.

pari opportunità
Vigilessa aggredita, la solidarietà della Commissione Pari Opportunità
“occorre ristabilire la cultura della civile convivenza”

CRISI GRIGIOROSSA
Us Angri 1 - Trani 2
L'Angri perde anche con il Trani. Battipaglia: "per fare calcio ci vuole tranquillità"

VIVACULTURA 2010
Sant'Egidio,"L'Inferno" sta qui
Domenica 26 settembre la Divina Commedia di Dante rivivrà per le strade e i cortili del Centro Storico

 

Prodotti
FOTOCOPIAMO

AQUARIUM

MY WAY SPORT

TEICO

Città e progetto. Pre-testi di urbanistica riflessiva

Codice dell'edilizia e dell'urbanistica

ANTONIO MANZO FOTOGRAFO

LA FAVOLA


Raccolta Differenziata
Cosa butto Domenica sera?
Questo strumento è stato realizzato gratuitamente da Angri.info. Immagini dal sito di Angri Eco Servizi
Pagine Utili
Cenni storici
Istituzioni
Associazioni
Imprese
Negozi
Professionisti
 
Artigiani
Scuola
Università
Numeri Utili (081)
Comune
Acquedotto
Guardia Medica
Vigili
Carabinieri
Protezione Civile

Polizia Stradale
Guasti Gas
CSTP
5168111
5161517
9368176
5168227
948383
947603

949666
800-016086
089 487111
Annunci Generici
Angri.info-Punto Info, Quotidiano Online. Aut.Trib. Nocera Inferiore N. 11/07 del 25/09/2007. Dir.Resp. A. Santaniello