Questa pagina ha ricevuto 1 commento. Commenta anche tu!

Angri sommersa dal fango, la solidarietà della Confesercenti alla città

“Superata l’emergenza, occorrerà mettere mano ad un piano di monitoraggio continuo, cura e pulizia della montagna, alvei e canali”

strade invase dal fango

ANGRI SOMMERSA DAL FANGO: SOLIDARIETA' DELLA  CONFESERCENTI PROVINCIALE SALERNO E DELLA DELEGAZIONE TERRITORIALE DI ANGRI

Risveglio drammatico per la città di Angri che, dopo le prime abbondanti precipitazioni autunnali, si è ritrovata sommersa da colate di fango e detriti a causa degli smottamenti i quali, partendo dalla zona Pedemontana di Casalanario, hanno invaso l'intero territorio, rendendo impraticabili numerose strade cittadine. 

La furia degli elementi, peggiorata dagli incendi di quest'estate che hanno reso il terreno ancor più fragile ed arido, ha messo in ginocchio l'intera città e le avverse condizioni meteorologiche rendono ancora più preoccupante la situazione. 

Aldo SeverinoLa Confesercenti Angri e la Confesercenti Provinciale Salerno esprimono massima solidarietà a tutta la comunità, soprattutto a quei cittadini che sono stati costretti a lasciare le proprie abitazioni e ai commercianti, che hanno visto le proprie attività invase dall'acqua e dal fango. "Un ringraziamento doveroso - spiega il Vicepresidente Vicario Confesercenti Provinciale Salerno e Presidente delegazione territoriale di Angri, Aldo Severino - va all'Amministrazione Comunale che con Polizia Locale, Protezione Civile, Vigili del Fuoco, Croce Rossa ha attivato celermente la macchina dei soccorsi; ma un pensiero di grande stima deve essere rivolto a tutti i giovani, al gruppo scout di Angri, alle varie associazioni angresi e provenienti anche dai paesi limitrofi, che volontariamente si stanno prodigando senza sosta per liberare le strade e le abitazioni, rimboccandosi letteralmente le maniche. 

In questi momenti difficili ogni gesto diventa prezioso per portare sostegno alla cittadinanza colpita, a testimonianza del forte spirito comunitario della nostra Angri.

Fortunatamente non ci sono stati feriti o vittime - prosegue Severino - e senza innescare alcuna polemica su colpe e responsabilità ricordiamo che più volte in passato ci siamo occupati del rischio idrogeologico che caratterizza il nostro territorio, con strade che alle prime piogge si allagano, rivi che esondano distruggendo le coltivazioni, inondando le abitazioni e danneggiando in particolar modo i commercianti che hanno le loro attività a livello di strada. Una situazione allarmante per il commercio cittadino che già fa fatica a sopportare le problematiche quotidiane legate alla crisi economica. All'epoca con un titolo che voleva essere provocatorio chiedevamo interventi prima che ci scappasse il morto, ora quell'affermazione purtroppo, deve portare ad un'attenta riflessione tutti gli organi competenti per la realizzazione di un piano di monitoraggio, cura, pulizia di montagne, canali, alvei, vasche che sia accurato e costante nel tempo, poichè non bisogna mai abbassare la guardia. 

Vicinanza, per tutte le imprese provinciali che hanno subito danni e disagi, viene espressa anche dal Presidente Confesercenti Provinciale Salerno Raffaele Esposito il quale ribadisce: "La cura costante dei territori è elemento imprescindibile per la creazione di impresa".

Parole Chiave: news, confesercenti, allagamenti, frana

Pubblicato il 07 Novembre 2017 da La Redazione


Commenti degli utenti alla pagina:

Raffaele Tedesco il 08-11-17 alle 07:36:48 ha commentato:

Egr. Direttore seguo da anni la Sua testata e commento molte volte. Diverse altre volte comincio a scrivere poi cancello tutto perché mi arrabbio e lascio correre. In questo caso, però, devo scrivere. Con tutto il rispetto per Aldo Severino con il quale siamo cresciuti insieme, in quel di via Crocifisso tanti anni fa, non capisco le gratuite esternazione dei personaggi che si trovano al di sopra di lui gerarchicamente parlando: l' ex presidente e ad Aldo glielo dicevo sempre, e anche quello di adesso. Vicinanza, solidarietà, comprensione, ecc. non hanno alcun valore, nemmeno più simbolico. Qui ci vogliono fatti, qui si deve TUONARE e non la fa NESSUNO. L' ultima frase, quella tra virgolette: "la cura costante dei territori ecc. " ma che significa, ma che vuol dire, ma che c' entra. Ma di quali Imprese parlate. Facciamo un tavolo pubblico e parliamo di impresa, non al chiuso nei palazzi e con chi in un' azienda vera, dove c' è traffico e via vai, non ha mai messo piede.

Commenta : (richiesto)

: (richiesta, non sarà pubblicata)

: (richiesto)





Inserire il codice antispam nella casella di testo sottostante

CRONACA

Allagamenti in tutto l’agro nocerino sarnese

Allagamenti in tutto l’agro nocerino sarnese

Le forti precipitazioni di questa mattina hanno causato disagi a Pagani, Angri, S.Egidio, Nocera, Castel San Giorgio, San Marzano, Scafati.

CRONACA

Colata di fango e detriti su Angri, chiuse le scuole

Colata di fango e detriti su Angri, chiuse le scuole

Numerose auto travolte dal fango. Al lavoro Vigili del Fuoco, Polizia Locale e Protezione Civile. Non si riscontrano feriti

POLITICA

Fratelli d’Italia-AN esprime solidarietà e vicinanza alla popolazione angrese

Fratelli d’Italia-AN  esprime solidarietà e vicinanza alla popolazione angrese

Il portavoce cittadino Armando Lanzione propone l’istituzione di una commissione d’inchiesta per accertare le reali cause e individuare le soluzioni di prevenzione

AMMNISTRAZIONE COMUNALE

Angri, la Giunta chiede al Governo la dichiarazione di “stato di emergenza”

Angri, la Giunta chiede al Governo la dichiarazione di “stato di emergenza”

Richieste alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e alla Regione le risorse finanziarie per fronteggiare le spese correlate all’evento franoso