Questa pagina non ha ricevuto commenti. Commenta per primo!

L’Angri vince in rimonta contro la Sanseverinese: 3-2

In svantaggio di due reti i grigiorossi sfoderano grinta e passione e si aggiudicano i tre punti. 700 spettatori al Novi

grigiorossiU.S. ANGRI 1927 - SANSEVERINESE: 3-2

U.S. ANGRI: Russo, Quattroventi (54’ D’Antonio F), Marsicano, D’Aniello, Loreto, Cerchia (54’ Coticella), Agnello, Tortora (90’ Pallonetto), Barone, Ferrara. A disp: De Marinis, Visciano, D’Antonio V, Sessa. All: Vitter

SANSEVERINESE: Buoniconti, Coppola, Carbonaro (84’Fiorito), Iapicco, Allegretti, Armenante, Barberisi, Fioraso, Faggiano (69’ Di Giacomo), De Luca, Stellato (80’ Bovi). A disp: Pugliese, Di Benedetto, Soriente, Liguori. All:  Di Pasquale

Arb: Varchetta di Nola

Reti: 38’ De Luca, 50’ Barbarisi, 61’ D’Antonio F, 80’ D’Aniello, 87’ Coticella

Espulsi: Barone al 26’ per fallo di reazione; Barbarisi 83’ per doppia ammonizione 

Amm: Tortora, Ferrara, Coticella (A); Carbonaro, Fioraso, Faggiano (S)

Angoli 7 a 2 per Angri

Rec: St: 5’

Note: Spettatori circa 700 con sostanziosa rappresentanza di tifosi ospiti; durante l’intervallo forte protesta dei tifosi locali verso un calciatore di panchina reo di aver fatto i propri bisogni sotto la figura del patrono angrese disegnato sul muro di cinta dello stadio.

Angri: Pubblico delle grandi occasioni per una gara che poteva rappresentare l’aggancio dei grigiorossi alla zona play off. Una settimana di passione, per gli uomini di Vitter che avevano contro la Sanseverinese l’opportunità di dare un senso a questo campionato dopo le mille traversie. 

Bisognava assolutamente vincere per restare attaccato al carro play off e la Sanseverinese, regina del campionato, ha rappresentato un ostacolo davvero duro grazie all’accurata disposizione tattica e grazie ad un organico di tutto rispetto. L’Angri si schiera con un 4,4,2 con Tortora e Ferrara in attacco mentre Barone e Agnello è stato affidato il compito di reggere il centrocampo. 

La Sanseverinese ha schierato una sorte di tridente che quando ha potuto ha messo spesso in difficoltà l’undici di casa. Molto mobili non hanno mai creato punti di riferimento all’attenta difesa grigiorossa pungendo nel momento giusto, praticando anche un gioco maschio e ai limiti della regolarità. 

Parte forte l’Angri che chiude l’avversario nella propria metà campo costringendoli ad operare di rimessa. L’espulsione per fallo di reazione di Barone al 26’ rompe gli equilibri in campo tanto che De Luca e compagni premono verso la porta di Russo con più convinzione. In dieci l’Angri ha uno sbandamento e da una azione nata da un calcio di punizione De Luca porta in vantaggio i suoi al 38’. È evidente la superiorità numerica della Sanseverinese a centro campo mentre l’Angri soffre fino al fischio dei primi quarantacinque minuti. 

Si riparte con le stesse formazioni del primo tempo, l’Angri si muove con buona volontà che non basta per il raddoppio degli ospiti. Azione di contropiede, velo di De Luca e Barbarisi mette al 50’ alle spalle di Russo. Sembrava finita, in inferiorità numerica e contro una formazione ringalluzzita dal doppio vantaggio sugli spalti è sceso il gelo. Al 54’ Vitter lancia in campo le sue carte, entrano Coticella e Fabio D’Antonio finalmente ristabilitosi dall’infortunio. Ferrara viene arretrato a centrocampo a dare manforte ad Agnello. Il cambio sembra dare i suoi frutti, trascinato da un tifo assordante, l’Angri prende le redini del gioco, al 61’ D’Antonio viene atterrato a molti è sembrato in area ma il direttore di gara opta per la punizione dal limite. Calcia forte D’Antonio e finalmente la rete avversaria si scuote.  

L’Angri ora spinge con autorevolezza si avvicina all’area in altre occasioni e proprio da un calcio d’angolo D’Aniello insacca per il pareggio. È il tripudio sugli spalti mentre alla memoria viene evocata un’altra memorabile gara in interregionale contro il Montenero, quando in svantaggio l’Angri conquistò i tre punti in palio. 

La Sanseverinese raggiunta seppure in superiorità numerica concede la parità con l’espulsione di Barbarisi per doppia ammonizione. Ora l’Angri ci crede, insiste e dopo l’ennesima richiesta del rigore, il giovane Coticella togli la scena ai grandi assestando alle spalle di Buoniconti il tiro della vittoria all’87’ . Missione compiuta quindi, ora bisognerà continuare per queste ultime gare. 

Vincenzo Vaccaro


Parole Chiave: news, us angri 1927, sanseverinese, promozione

Pubblicato il 26 Marzo 2017 da La Redazione


Commenti degli utenti alla pagina:

Non ci sono commenti per questa pagina.

Commenta : (richiesto)

: (richiesta, non sarà pubblicata)

: (richiesto)





Inserire il codice antispam nella casella di testo sottostante

US ANGRI

L’Angri conquista la Promozione, è festa grande

L’Angri conquista la Promozione, è festa grande

Con una giornata di anticipo i grigiorossi conquistano il passaggio di categoria: 0-0 con il Virtus Picentini

US ANGRI

L’Angri in Promozione, la gioia e la soddisfazione di Guido Silvestri

L’Angri in Promozione,  la gioia e la soddisfazione di  Guido Silvestri

Parla il tecnico grigiorosso, artefice, assieme a dirigenti e giocatori, della meritata conquista della categoria superiore

US ANGRI

Campionato di Promozione, l’Us Angri muove i primi passi

Campionato di Promozione, l’Us Angri muove i primi passi

Riconfermato il tecnico Guido Silvestri, ingaggiato il difensore centrale Benedetto Salvatore proveniente dal Calpazio

Us Angri 1927

Ottima prestazione dell’Us Angri a Pimonte

Ottima prestazione dell’Us Angri a Pimonte

I grigiorossi sconfitti di misura in amichevole (3-2) ma la formazione convince per gioco e coesione