Rallentamenti Stir Battipaglia, è emergenza rifiuti ad Angri

Il Sindaco Ferraioli ordina il divieto di depositare sulle strade la frazione secca indifferenziata dal 13 al 18 giugno

stir battipgliaCon ordinanza n. 121/2018, data odierna, il Sindaco di Angri ha disposto il divieto di smaltire su tutto il territorio comunale la frazione secca indifferenziata, a partire dal 13 e fino al 18 giugno e pertanto la stessa non potrà essere depositata sulle strade ma dovrà essere trattenuta presso le rispettive abitazioni.

Il provvedimento è stato preso a causa dei forti rallentamenti nel conferimento dei rifiuti che si sta registrando presso l’impianto STIR di Battipaglia.

L’Amministrazione, nei giorni scorsi, aveva chiesto alla Regione Campania l’autorizzazione a smaltire la frazione secca indifferenziata presso altri impianti ma a tutt’oggi nessuna comunicazione è intervenuta al riguardo. 

Da qui l’esigenza di bloccare il deposito dei rifiuti in strada, in attesa che l’impianto di Battipaglia riprenda il suo regolare ciclo di produzione.

LEGGI L'ORDINANZA CLICCA QUI

Parole Chiave: news, ambiente, stir battipaglia, raccolta rifiuti, frazione secca

Pubblicato il 13 Giugno 2018 da La Redazione


Ambiente

Rifiuti, il sindaco di Angri firma una nuova ordinanza

Rifiuti, il sindaco di Angri firma una nuova ordinanza

Si punta ad evitare una nuova emergenza, dopo il blocco dello Stir di Battipaglia

AMBIENTE

Angri. Chiusura Stir Battipaglia, problemi nella raccolta del secco indifferenziato

Angri. Chiusura Stir Battipaglia, problemi nella raccolta del secco indifferenziato

L’Assessore all’Ambiente Maria Immacolata D’Aniello: “chiediamo la collaborazione dei cittadini”

AMBIENTE

Rallentamento impianto STIR di Battipaglia, il Comune di Angri si prepara all’emergenza

Rallentamento impianto STIR di Battipaglia, il Comune di Angri si prepara all’emergenza

La Giunta Comunale autorizza lo smaltimento dei rifiuti indifferenziati presso altri impianti in Campania

AMBIENTE

Rischio amianto, Il Sindaco Mauri firma l’ordinanza sul censimento obbligatorio

Rischio amianto, Il Sindaco Mauri firma l’ordinanza sul censimento obbligatorio

Entro 120 giorni i proprietari di immobili nei quali è presente amianto dovranno dichiararlo al Comune. Pesanti sanzioni per chi non ottempera